Cofiloc: nuove piattaforme articolate

Pubblicato su

Agili, versatili e a basso impatto ambientale. Sono le nuove piattaforme Cofiloc a braccio elettrico, disponibili nei 10 punti noleggio di Veneto, Friuli, Lombardia ed Emilia-Romagna. Con queste macchine l’azienda – primo gruppo indipendente in Italia nel noleggio professionale – amplia l’offerta nel settore sollevamento, con una serie di apparecchi dedicata al mondo dell’industria e della manutenzione degli impianti di produzione.

Manovre più facili grazie alle dimensioni contenute

Il telaio stretto – con base di 1,5 metri e meno di 2 metri di altezza – consente di operare in qualsiasi ambiente, anche il più stretto: le misure, infatti, sono ideali per passare attraverso lo spazio di un vano porta standard. Questo rende le nuove piattaforme adatte a operare all’interno di edifici industriali e nelle aree di lavoro più congestionate. Alle dimensioni contenute, si aggiungono il sistema JibPLUS, che consente una rotazione di 180°e una posizione di sollevamento quasi verticale, e il comando di trazione automatico, che assicura migliori prestazioni e grip sul suolo. Con queste caratteristiche, le piattaforme diventano strumenti di lavoro versatili e in grado di rispondere a tutte le esigenze operative.

Potenza e produttività che rispettano l’ambiente 

Le nuove piattaforme Cofiloc sono equipaggiate con motori ad alimentazione elettrica di ultima generazione. Questo consente di disporre di un azionamento elettrico diretto ad alta efficienza, con cicli di lavoro più lunghi. Ciò significa maggiore produttività in cantiere e massimo rispetto per la natura e l’ambiente di lavoro. I motori elettrici, infatti, azzerano qualsiasi emissione di anidride carbonica. Un vantaggio significativo: per gli operatori, che lavoreranno in un luogo più sano, e per la natura, che sarà rispettata con meno inquinamento.

A proposito di Kiloutou

Il Gruppo Kiloutou, quarta azienda del settore noleggio in Europa e maggiore player nel noleggio di attrezzi in Francia, fornisce soluzioni di prodotti e servizi a una clientela molto diversificata: importanti clienti nazionali, aziende di costruzione, artigiani, comunità e amministrazioni, industrie, servizi e PMI. Il Gruppo Kiloutou dispone di un’offerta tra le più complete del mercato con circa 1000 referenze e più di 250.000 materiali in vari settori: attrezzatura per il sollevamento del personale, movimento terra e costruzione, lavori strutturali e di rifinitura, veicoli commerciali ed eventi. Con un fatturato di 606 milioni di euro nel 2017 e una forza lavoro di 6000 persone in Europa, Kiloutou continua il suo sviluppo e ora presenta una rete di 440 agenzie in Francia, incluse 50 specializzate in edilizia e 30 situate nel centro città. La rete ha anche 30 filiali in Polonia, 19 in Spagna, 3 in Germania e 20 in Italia.

Potresti essere interessato a

Kiloutou lavora per un’economia mondiale sana e sostenibile

Il Global Compact delle Nazioni Unite incoraggia le imprese di tutto il mondo a creare un quadro economico, sociale ed […]

Leggi di più
Pubblicato su

Il Gruppo Kiloutou espande la presenza in Europa con due acquisizioni in Portogallo e Danimarca

Il Gruppo Kiloutou ha acquisito Grupo Vendap in Portogallo e Holbæk Lift in Danimarca. Con 40 anni di attività e […]

Leggi di più
Pubblicato su

NOLEGGIO PIATTAFORME AEREE: CHE MODELLO SCEGLIERE?

Piattaforma a colonna, a pantografo, piattaforme tipo ragno o autocarrate. Esistono molti tipi e modelli di PLE (Piattaforme di Lavoro […]

Leggi di più
Pubblicato su

Noleggiare un escavatore cingolato o gommato?

Escavatore cingolato: la soluzione per tutti i tipi di terreno Gli escavatori, in particolare gli escavatori cingolati, sono utilizzati molto […]

Leggi di più
Pubblicato su

MACCHINE E ATTREZZATURE: MEGLIO L’ACQUISTO O IL NOLEGGIO?

I lavori di costruzione e manutenzione di ogni genere, le demolizioni o la manutenzione del territorio, richiedono macchine e attrezzature […]

Leggi di più
Pubblicato su

Formazione Kiloutou-Elevo: lavoriamo per una cultura della sicurezza

Nel parlare di sicurezza in cantiere non si può prescindere dall’affrontare il tema della formazione; un tema di drammatica urgenza di fronte […]

Leggi di più
Pubblicato su